Palestre didattiche

La grammatica non si studia. Si deve "sentire dentro".

Risolvere per iscritto una ventina di esercizi in cui si devono coniugare verbi, o mettere gli articoli, non serve a molto.

Bisogna esercitarsi, in modo che il meccanismo diventi poco a poco naturale.

Questo implica disporre di una "palestra", cioè un modo di impratichirsi con l'argomento che interessa sulla base di stimoli sempre diversi, in modo ripetitivo, fino ad impadronirsi dei meccanismi di formazione della lingua.

Da qui la necessità delle Palestre Didattiche.

Crearle è laborioso, ma grazie ai miei strumenti, come l'Abbinatore, il compito diventa più facile, dato che si crea una sola banca dati che poi si potrà filtrare, e i cui componenti delle frasi si potranno riordinare a piacimento in pochi click.

Seguono diversi esempi di esercizi di questo tipo.

Qui un riassunto per insegnanti delle diverse palestre didattiche disponibili con l'Abbinatore.